I CONSIGLI ANTISPRECO DI ADRIANA PERALTA

La cucina di Adriana usa solo prodotti semplici e facili da reperire, anche da riutilizzare, con l'obiettivo di evitare sprechi e salassi. I piatti spesso sono di recupero, o della cucina della sua infanzia, rivisitati e preparati senza dovere ricorrere ad attrezzi da Ristorante. Tutti hanno in comune la creatività, la versatilità ed il gusto.

Se vi attira la cucina di Adriana più dei suoi guai, seguiti alcuni suoi consigli. Si riveleranno davvero utili per conservare il vs portafoglio, salvare la vs linea e soddisfare il vs palato. Ad esempio:

Acquistate i prodotti di stagione. Provate le ricette con prodotti del tempo. Adriana vi proporrà tutte le settimane le sue ricette - ricordate che potrete degustarle da lei - con ingredienti stagionali facili da reperire.

Cogliete offerte e promozioni nei Supermercati, ma fate attenzione ad alcune regole:

1) Spesso sono collegate alla presentazione di un nuovo prodotto / versione, o allo smercio di grandi quantitativi in stock: approfittate!

2) nei supermercati troverete anche le promozioni “bis” - prodotti 2 x 1 o "il terzo te lo regaliamo noi" - Ricordatevi di guardare le date di scadenza. Evitate di accumulare prodotti che non utilizzate solo perché sono in offerta

3) Potete congelare pesce e carne quando sono in promozione e poi abbinarli ad altri ingredienti stagionali

4) non andate mai a far la spesa poco prima di pranzo o cena

5) portate “la lista della spesa” e concentratevi su quello che avete scritto: se sgarrate, non fatelo con più di 5 prodotti; meglio se concentrate i vostri acquisti. Basterà andare al supermercato una/due giornate alla settimana

6) puntate più alla qualità dei prodotti che alla quantità e non guardate soltanto il prezzo, ma l'etichetta con ingredienti e valori nutrizionali

7) la specializzazione fa la differenza: se acquistate la carne in macelleria ed il pesce in pescheria, riuscirete ad ottenere, oltre al prodotto, dei consigli di cottura o utilizzo che regaleranno bontà ai vs piatti; e di sicuro il macellaio vi regalerà un bel osso per riempire di gusto la minestra o il pescivendolo una testa di salmone ottima per il “pescecane in agguato” di Adriana che piace alla sua Lunetta - "Lunetta, la gattina che conquistò Sara"

Molte delle salse possono essere consumate sul pane comune. Per i crostini o il pane bruschettato potete riciclare il pane del giorno prima, semplicemente affettandolo ed infornandolo per qualche minuto. Un esempio di riciclo del pane è la ricetta “Torrijas”, facile, gustosa e… deliziosa!!! A proposito del pane, prediligete quello del panificio: quasi sempre è fresco di giornata. Tenete a portata di mano pan di cassetta. Riuscirete a fare in pochi minuti dei colorati e gustosi canapè; basterà spalmare un velo di maionese o burro per evitare che si secchi.

Osate negli impiattamenti: anche l'occhio vuole la sua parte. Una forchetta, un cucchiaio e un po' di fantasia vi aiuteranno a rendere le vs pietanze uniche e preziose. Nei mercatini e nel web troverete a prezzi molto abbordabili un'ampia scelta di stoviglie che soddisferanno il vs gusto senza inguaiare il vs portafoglio.

Tenete a portata di mano erbe aromatiche e semini misti: coloreranno e raddoppieranno il gusto delle vs creazioni.

Non buttate mai via gli ingredienti che avanzano. Si possono utilizzare praticamente sempre. Chiedete consiglio ad Adriana se non sapete come.

Non abbiate paura di chiedere al vs pescivendolo o macellaio qualche prodotto povero o di scarto; loro devono smaltirli mentre a voi serviranno per preparare la base di deliziosi sughi o salsine.

Utilizzate la fantasia per proporre verdure e pesce ai bambini. Le ricette “aiuole ai cinque colori”, “cupole senza tetto” e “occhi di balena” di Adriana sono un esempio.

Quando la frutta inizia a diventare “stanca” o ad ammaccarsi, non vi arrendete. Potete sempre fare con pochi ingredienti una bella confettura, arricchendola con una buccia di limone, un po' di cannella, o di vaniglia. Se è stata già tagliata e sbucciata basterà fare un fondo di sciroppo ed inserirla. Chiedete ad Adriana

Non lasciate appassire le verdure. Alcune possono essere congelate dopo qualche minuto di bollitura: altre possono essere usate per improvvisare un'ottima base di brodo o dei pesti saporiti. Osate!!

Munitevi di erbe aromatiche e spezie comuni: spesso hanno una data di scadenza lunga e vi aiuteranno ad insaporire tutte le vs creazioni. Ricordate che, mentre le erbe aromatiche possono essere aggiunte all'ultimo minuto, le spezie avranno prevalentemente una lunga cottura.

Anche la frutta secca vi servirà per azzeccare pesti, rifinire le salse e dotare di personalità le crocchette. Acquistate poca alla volta perché è costosa e le alte temperature tendono a rovinarla.

Acquistate i legumi prevalentemente in autunno – periodo in cui sono raccolti – anche dai coltivatori diretti. Durante almeno un anno non perderanno nessuna delle loro proprietà. Prima di cucinarli, dovete lasciarli ammollare nell'acqua fredda. Il tempo dipenderà dal tipo di legume: i ceci devono essere tenuti in acqua fredda per almeno 8 ore, mentre per le lenticchie basteranno quattro.

il riciclo di Adriana

Sostenitrice della mentalità "antispreco", Adriana riutilizza legumi e cereali, carne e pesce senza freni alla creatività