In nero non si può: Pesto alle olive, capperi e spinaci

“in nero non si può” è una salsa oscura, mediterranea e saporita. Lo sa bene Valentino, il bambino protagonista di “Lumabì”. La dolcezza degli spinaci mitiga la sapidità di olive e capperi e rende la crema adatta anche ai bambini. La morbidezza del formaggio aggiunge cremosità , schiarisce il colore “ombroso” e funge da vero legame tra gli ingredienti, mentre le mandorle tostate caricheranno di gusto un prodotto che nasce per far delinquere il palato.

Ingredienti

60 gr di olive nere disossate

8 gr di capperi asciutti

100 gr di spinaci

40 gr di formaggio fresco spalmabile

4 mandorle tostate

1 pizzico di sale

1 filo d'olio

Procedimento

Mettete un filo d'olio in padella e rosolate gli spinaci con un pizzico di sale. Lasciateli cuocere 3 / 4 minuti, girandoli spesso con il mestolo. Fateli raffreddare. Nel frattempo tritate finemente con il coltello le olive, i capperi e le mandorle, e radunateli in una ciotola. Quando gli spinaci si saranno raffreddati, tritateli finemente e aggiungeteli al trito precedente. Mescolate bene e assaggiate. Aggiustate di sale se necessario. Incorporate il formaggio fresco delicatamente, cercando di amalgamare perfettamente tutti gli ingredienti. Create un patè con una consistenza cremosa e spalmabile. Aggiungete formaggio fresco, se vi piace più cremoso.

Consigli Utili

Non acquistate olive nere già snocciolate se non sono di buona qualità. Piuttosto snocciolatele voi.

La crema si mantiene in frigo anche 4/5 giorni.

Si può utilizzare anche come condimento per la pasta dopo avere aggiunto qualche mestolo d' acqua per la cottura. Se la usate così, aggiungete qualche oliva e qualche cappero interi.

Grattugiatevi un po' di Parmigiano prima di servire.

Potete utilizzare anche il mixer anziché tritare voi finemente.

Aggiungete un filo d'olio

In casa di Adriana è degustato con pane fresco, e servito con una punta di maionese, a contrasto