Stalking: Pasticcio di crepes

Lo “stalking” è spesso attuato dal Cavaliere Calvo, il cliente di Adriana, che la mette in un colossale pasticcio; la donna riprende il nome per creare il suo “pasticcio” personale, in un tentativo di mettere assieme, ripetere ed ammucchiare gusti ed ingredienti che si fonderanno, mantenendo perfettamente l'equilibrio. Per comporre gli strati della “torretta”, si possono variare le verdure in base alla stagione. Come tapas è ideale con un calice di “buon sangue non mente”, ma si può anche consumare come piatto principale, incrementando la dimensione ed il numero delle crespelle. I bambini si sorprenderanno!

Ingredienti

150 gr di spinaci cotti e tritati

125 gr di ricotta vaccina

1 zucchina grande, tagliata a rondelle

100 gr di prosciutto cotto tagliato a cubetti

125 gr di scamorza tagliata a cubetti

Una manciata di pinoli tostati

Sale

Olio evo q.b.

125 gr di formaggio spalmabile

1 mozzarella tagliata a cubetti

Formaggio grana grattugiato q.b.

180 gr di passata di pomodoro

1 spicchio d'aglio senza l'anima, schiacciato

Un pizzico di origano

Per le crespelle

200 gr di farina

Un pizzico di Sale

2 uova

25 gr di burro

350 ml di latte

Procedimento

Preparate in anticipo le crespelle: mescolate gli ingredienti a temperatura ambiente con il frullatore ad immersione e lasciate riposare l'impasto. Nel frattempo potete preparare le farce. Scaldate un cucchiaino d'olio in una padella e tuffatevi l'aglio, lasciandolo imbiondire per qualche secondo. Aggiungete gli spinaci e fateli saltare in padella con l'aglio per qualche minuto. Spegnete il fuoco e aggiungete agli spinaci caldi la metà della ricotta e la manciata di pinoli, mescolando accuratamente. Aggiustate di sale e riservate. Scaldate un cucchiaino d'olio in una padella e fate rosolare le zucchine tagliate a rondelle per qualche minuto, girando regolarmente. Aggiustate di sale e riservate. Cuocete le crespelle in una padella da 18/20cm di diametro, dove avrete fatto sciogliere il burro Iniziate a costruire la vs torre: partite alla base spalmando il composto di ricotta e spinaci sulla prima crespella che avrete adagiato su una teglia rotonda di c.a. 22/24cm. Decorate con qualche cubetto di mozzarella. Coprite con la crespella successiva dove avrete spalmato un velo di formaggio fresco; adagiatevi la metà del prosciutto cotto e la scamorza, tagliati a dadini. Coprite con la crespella successiva - dove avrete spalmato un cucchiaino di formaggio fresco - e distribuitevi le fette di zucchina e qualche cubetto di mozzarella. Coprite con un'altra crespella – anch'essa ammorbidita con formaggio spalmabile - e costruite ancora uno strato di cotto e formaggio. Coprite con l'ultima crespella. Mescolate la salsa di pomodoro con la ricotta rimanente e aggiustate di sale. Distribuite la salsa sopra la crespella. Grattugiate formaggio grana sopra e insaporite con qualche foglia di origano e un filo d'olio Infornate a 190° - forno statico preriscaldato – per 15 minuti. Spegnete il forno e lasciate intiepidire

Consigli Utili

Gli ingredienti dovrebbero essere a temperatura ambiente.

Il tempo di riposo dell'impasto per le crespelle dovrebbe essere di almeno 30 minuti

Se vi avanza pastella, potrete anche utilizzarla per fare quagliare fragranti crespelle dolci, con ogni tipo di farcia – azzardatevi con il “frutto aggravato” o con la ”amara verità” di Adriana

Potete conservare il pasticcio in frigo per 3 o 4 giorni, chiuso in un contenitore ermetico.

Scaldate al forno, aggiungendo qualche cucchiaino di salsa di pomodoro.

Sbizzarritevi con gli ingredienti. Potete utilizzare altri salumi al posto del prosciutto cotto e altro formaggio filante al posto della scamorza…

Potete arricchire il sapore della “torretta” con un cucchiaino di “pestaggio...comune” al posto del formaggio spalmabile e lavorare con verdure di stagione

Usate prodotti freschi e date sfogo alla vs fantasia!!

Lo “stalking” in casa di Adriana si consuma tagliato a piccoli spicchi filanti, caldo o tiepido. Il “buon sangue non mente” sarà un perfetto accompagnatore