Uno Scontro in Mare: patè d'orata

Mentre Marco Avaro – nel racconto "Intraprendente e Travestito" - racconta ai Dazzo che al Nord c'è stato qualche problemino con la “rete d'inganni” che hanno tessuto, c'è uno scontro in mare, dato che i due falsi imprenditori abitano in un Paradiso Fiscale. Adriana, ignara della trama alle sue spalle, continua con la sua cucina ed i suoi sapori. Una crema spalmabile golosa, perfetta per ogni occasione. Rendetela “ricca” con una degna presentazione!

Ingredienti

un'orata da circa 400 gr

1 grande spicchio d'aglio

Un cucchiaino di trito di prezzemolo 

½ patata

30gr di pane ammollato nel latte

10 gr d'olio evo

sale q.b.

pepe q.b.

Procedimento

Mettete l'orata in un cestello sopra una pentola con acqua bollente per cuocerla al vapore. Buttate in acqua qualche foglia di alloro per insaporire. Lasciate cuocere per circa 15 minuti, girando a metà cottura. Ritirate l'orata e lasciatela raffreddare. Pulitela bene di eventuale pelle, lische o alette e ricavate soltanto la polpa. Ricavate anche le guance: sono gustosissime!! Mettete il pane in ammollo con il latte. Nel frattempo, mettete a bollire in acqua salata la patata, finché sarà cotta e bella tenera dentro. Fate la prova con uno stecchino. Schiacciatela con una forchetta e lasciatela raffreddare. Condite l'orata con l'olio. Coprite e lasciate che il pesce assorba il sapore dell'olio. Preparate un pesto fine con l'aglio, il prezzemolo e un pizzico di sale - eventualmente utilizzate un cucchiaio di "lezione "pungente". Aggiungete a piacimento un goccio di succo di limone. Condite il pesce con il pesto ed incorporatevi, un po' alla volta, la patata ed il battuto di pane e latte, mescolando con una forchetta. Aggiustate di sale. Se la crema sarà rimasta ancora densa per il vs gusto, aggiungete qualche cucchiaio dell'acqua di cottura del pesce.

Consigli Utili

Il patè d'orata si conserva in frigorifero 3 giorni circa.

Potete fare lo stesso patè con il branzino

Condite il patè con un po' di pepe

Abbondate con il prezzemolo

Potete utilizzare cracker bianchi non salati, per la degustazione

Se vi piace aggiungete un trito di sedano. 

Il patè d'orata o branzino si degusta con i cracker non salate o dei grissoni semplici o con le olive