Non c'è il Movente: Polpo con Patate e Paprica

Per le falsità ed inganni di cui è accusata Adriana non c'è il movente. Molti tentacoli, ma poche prede! un piatto incredibilmente saporito nella sua semplicità. Un polpo tenerissimo con un gusto da intrappolare il palato.

Ingredienti

1 polpo da circa 1 kg

400 g di patate

un cucchiaino di paprica dolce,

un cucchiaino di paprica piccante

Sale q.b.

un pizzico di sale grosso

Olio evo q.b.

Preparazione

Acquistate il polpo decongelato: sarà pulito e molto più tenero Mettete a bollire abbondante acqua in una pentola capiente. Salate quando va in ebollizione Procedete con la tecnica del "asustar", cioè, d'ingannare il polpo; quando l'acqua è in ebollizione tenete il polpo per la testa ed immergete i tentacoli per qualche secondo; ripetete questa operazione 3-4 volte; vedrete che i tentacoli si arricciano; poi tuffate il polpo nell'acqua bollente e cuocete per circa 40 minuti. Nel frattempo, lessate le patate in abbondante acqua salata fino a cottura ultimata (circa 40 minuti). Sbucciate le patate, tagliatele a rondelle e sistematele su un tagliere. Quando il polpo sarà cotto, tagliatelo a rondelle e ponetelo sulle patate. Mescolate la paprica dolce e quella piccante e spolverate il polpo generosamente. Condite con un filo d'olio evo e un pizzico di sale grosso.

Consigli Utili

Potete far bollire le patate nell'acqua del polpo: iil sapore ci guadagnerà, ma potrebbero prendere un pò di colore.

Se acquistate il polpo fresco, pulitelo bene e lasciato in congelatore almeno un giorno Mangiate subito. Il giorno dopo sarà duro

In casa di Adriana si serve come antipasto in centro a tavola sopra un piatto di ardesia, ancora tiepido.