Truffa in alto mare: Timballo di Patate con Pesce Azzurro

In Africa Nera Stella adora andare da "Fiore" e da "Charles" per festeggiare i suoi successi giornalistici. Da "Fiore" Tom le fa trovare una “truffa” senza inganno perché è un antipasto davvero saporito. La verità è che se l'oceano non fosse così generoso Tom farebbe una lunga strada pur di non lasciare Stella senza la sua degustazione preferita. Ma gli ingredienti alla base per la “truffa nell'oceano” non mancano, e sia l'utilizzo generoso delle spezie che l'atmosfera rendono il piatto davvero magico. Alla portata di tutti. Provateci!!

Ingredienti

800 gr di patate

800 gr di triglie

2 pomodori maturi

Un trito di prezzemolo

2 spicchi d'aglio senza l'anima, schiacciati

Un cucchiaino di succo di limone

sale q.b.

olio evo q.b.

Una spolverata di pepe e rosmarino

Procedimento

Mettete a cuocere le patate in forno preriscaldato a 190° per 40 minuti o finché saranno tenere – dipende dalla dimensione della patata. Togliete la calotta ai pomodori, spelateli e tagliateli finemente. Fateli rosolare in una padella per 4 minuti con un goccio d'olio e uno spicchio d'aglio schiacciato. Aggiustate di sale e spegnete il fuoco. Sfornate e lasciate raffreddare le patate Nel frattempo scaldate un pò d'olio evo in padella ed adagiatevi le triglie, ben pulite. Fatele cuocere per circa 10 minuti, girandole a metà cottura. Preparate la salsa “una lezione pungente” con uno spicchio d'aglio, il prezzemolo, l'olio, il limone ed il sale Sbucciate le patate e tagliatele grossolanamente; conditele con due cucchiai di “lezione pungente” e mescolate bene. Estraete la polpa della triglia. Prendete il coppapasta ed adagiatevi le patate ancora tiepide su un piatto da portata. Cospargetevi un cucchiaio di salsa di pomodoro; coprite con uno strato di polpa di triglia e condite con la salsa “pungente”. Togliete il coppapasta e scaldate il piatto leggermente al microonde. Servite subito il timballo con una spolverata di pepe e un po' di rosmarino

Consigli Utili

Utilizzate patate novelle e fatele cuocere bene. Potete anche bollirle, se vi sentite più sicuri, ma non fate un purè. Mantenete la consistenza solida delle patate

Potete sostituire le triglie con con le sarde, la palamita o il lanzardo

Potete sbizzarrirvi con le erbe aromatiche o spezie da mettere sul vs timballo.

Attenti a non coprire il sapore fresco del pesce Il piatto va servito caldo

In casa di Adriana la “truffa in alto mare” si serve per due persone, su un letto di patate. Un bianco fermo di buona qualità esalterà il sapore