Non è Oro Tutto quello che Luccica: Tartine al Pistacchio con Polvere d'Arancia

Adriana aveva visto il tenore di vita del Cavalier Calvo in "La Grande Evasione", ma a lei non interessava perché sapeva che "non è oro tutto quello che luccica", e viceversa. I Dazzo di "Una Rete d'Inganni" sembravano impiegati di IV livello mentre i loro conti erano sempre più corposi. Adriana presenta in un bocconcino pieno di sapore una "luce d'oro" che è in realtà molto banale, ma gustosa: polvere d'arancia.  

Ingredienti per le tartine al rosmarino

300 gr di farina

1 tazzina d' olio evo misto girasole

2 tazzine d'acqua tiepida

½ cubetto di lievito di birra

1 cucchiaino di zucchero

1 pizzico di sale

un rametto di rosmarino, tagliuzzato

Ingredienti per il pesto di pistacchio

150 gr di pistacchi

60 gr d'olio evo

4 foglie di basilico

5 gr di sale

50 gr di grana

1 spicchio d'aglio senza l'anima 

Polvere d'arancia

Procedimento

Mettete in una ciotola 1 tazzina d'acqua tiepida e 1 d'olio. Separatamente, fate sciogliere il lievito in una tazzina d'acqua tiepida con lo zucchero ed incorporatelo alla ciotola; aggiungeteci il sale ed il rosmarino. Incorporate la farina un poco alla volta, mescolando con le mani finché l'impasto non sarà diventato liscio ed omogeneo. Coprite e lasciate riposare per 1 ora. Stendete l'impasto aiutandovi con il matterello. Fate una sfoglia non troppo sottile e bucatela con una forchetta. Tagliate l'impasto a cubotti e posizionateli in un apposito stampo per muffin piccoli, schiacciando leggermente per dare la forma di tartina. Infornate in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti o finché la superficie non sarà ben cotta. Lasciate raffreddare su una grata o un poggia pentole forato in maniera da lasciare circolare l'aria. Farcite le tartine con il pesto che avrete preparato nel frattempo. Coprite con un cucchiaino di yogurt greco e spolverate con la polvere d'arancia.

Consigli Utili

Tenete pronta la polvere d'arancia. Si conserva a lungo in frigo e potrete recuperare le bucce

L'impasto non è a lunga lievitazione. Evitate lunghi tempi d'attesa

La cottura dipende dal tipo di forno. Controllate che la tartina sia appena un pò "tostata": potrebbe bruciarsi facilmente

Potete cambiare la farcitura: una crema di ceci al basilico, o ceccì cennò, affogato in cucina o golosi patè di pesce: frode di colore, morbide bastonate, latitante in barca, pescecane in agguato, muto come un pesce ed altri

 

 

Le tartine al pesto di pistacchio da Adriana si degustano con un bel bicchiere di vino bianco